Dese

Il fiume Dese è uno dei principali corsi d’acqua che attraversa la regione del Veneto, nel nord-est dell’Italia. Con una lunghezza di circa 85 chilometri, nasce dalle pendici delle Prealpi Venete, precisamente dal Monte Tomba, a un’altitudine di 1.316 metri sul livello del mare.

Il corso d’acqua scorre verso sud-est attraversando la pianura veneta e sfociando infine nel fiume Sile, a circa 5 chilometri a nord-ovest di Treviso. Lungo il suo corso, attraversa numerose città e paesi, tra cui Asolo, Castelfranco Veneto, Castello di Godego, Resana, Dosson e Scorze.

Il fiume è alimentato da numerosi affluenti, tra cui il torrente Muson dei Sassi, il rio Zecchette e il torrente Stragnon. Il fiume e i suoi affluenti hanno un ruolo importante nell’irrigazione delle campagne e nella fornitura di acqua potabile per le città della regione.

Il corso d’acqua ha una storia lunga e affascinante che risale all’antichità. Durante l’epoca romana, faceva parte della Via Annia, una delle principali vie di comunicazione tra Roma e la città di Aquileia. Nel Medioevo, fu un importante corso d’acqua per il trasporto delle merci attraverso la pianura Veneta.

Oggi, è un luogo di grande importanza per la fauna e la flora locali. Il fiume e i suoi affluenti sono abitati da numerose specie di pesci, tra cui la trota fario, il cavedano e la carpa. Lungo le sue sponde, crescono numerose piante acquatiche e palustri, tra cui il salice bianco, il pioppo nero e il canneto.

Il Dese è anche un luogo di grande bellezza naturale, che attira turisti da tutto il mondo. Lungo il suo corso, è possibile praticare numerose attività all’aria aperta, come il birdwatching, il trekking e la pesca sportiva.

In conclusione, il corso d’acqua rappresenta un’importante risorsa per la regione del Veneto. Lungo il suo corso, attraversa numerose città e paesi, fornendo acqua potabile e irrigazione per le campagne. Inoltre, è un luogo di grande bellezza naturale che offre numerose possibilità per il turismo eco-sostenibile.

Le principali località lungo il Dese : cosa vedere

Il fiume Dese attraversa numerose località di grande importanza storica e culturale nella regione del Veneto. Ecco alcune delle principali località che si affacciano sulle sue sponde.

Asolo: Questa città medievale, situata ai piedi delle colline del Veneto, è famosa per la sua bellezza e per la sua importanza storica. Tra i luoghi da visitare ci sono il Castello della Regina Cornaro, la Rocca di Asolo e la Chiesa di Santa Caterina.

Castelfranco Veneto: Questa città fortificata, che risale al XVI secolo, è famosa per la sua piazza principale e per le sue mura antiche. Tra i luoghi da visitare ci sono il Castello, la Chiesa di San Francesco e il Museo Casa Giorgione.

Castello di Godego: Situata nella pianura veneta, questa città è famosa per le sue chiese e per le sue piazze storiche. Tra i luoghi da visitare ci sono la Chiesa di Sant’Antonio Abate, la Piazza del Popolo e il Palazzo Comunale.

Resana: Questo comune, situato nella pianura veneta, è famoso per le sue chiese e per le sue piazze storiche. Tra i luoghi da visitare ci sono la Chiesa di San Giovanni Battista, la Piazza Marconi e il Palazzo Comunale.

Dosson: Questo comune, situato lungo il corso del fiume, è famoso per la sua architettura antica e per la sua natura incontaminata. Tra i luoghi da visitare ci sono la Chiesa di San Giuseppe, il Parco Fluviale del Dese e la Riserva Naturale degli Stagni di Fossalta.

Scorze: Situata nella pianura veneta, questa città è famosa per le sue antiche tradizioni e per le sue bellezze naturali. Tra i luoghi da visitare ci sono la Chiesa di San Nicolò, il Parco Fluviale del Dese e la Riserva Naturale degli Stagni di Fossalta.

In ogni località bagnata dal Dese, è possibile apprezzare la bellezza della natura e della storia veneta, seguendo percorsi naturalistici, visitando monumenti storici e ammirando la bellezza dei paesaggi.

Accadde qui

Il fiume Dese, nella regione del Veneto, ha una storia antica e affascinante, ricca di avvenimenti storici e di leggende. Ecco alcuni degli eventi più importanti accaduti lungo il corso del fiume.

– Epoca romana: Nel periodo romano, il fiume faceva parte della Via Annia, una delle principali vie di comunicazione tra Roma e la città di Aquileia. Nel 49 a.C., fu teatro di una battaglia tra le forze di Giulio Cesare e quelle di Pompeo Magno.

– Epoca medioevale: Nel Medioevo, fu un importante corso d’acqua per il trasporto delle merci attraverso la pianura Veneta. Nel 1004, durante le guerre combattute tra il vescovo di Treviso e l’imperatore Enrico II, il fiume fu teatro di una sanguinosa battaglia.

– Leggende popolari: Lungo il corso del fiume, esistono numerose leggende popolari. Una di queste racconta della presenza di una strana creatura chiamata “Deseo”, che sarebbe un ibrido tra una serpe e un cinghiale. Secondo la leggenda, il Deseo sarebbe in grado di moltiplicarsi e di attaccare i pescatori.

– XX secolo: Durante la Seconda Guerra Mondiale, il corso d’acqua fu teatro di scontri tra le forze tedesche e quelle alleate. Nel 1944, i tedeschi distrussero il ponte di Castelfranco Veneto, che venne poi ricostruito nel dopoguerra.

Il Dese rappresenta una preziosa risorsa per la regione del Veneto, testimone di una storia millenaria e di una natura incontaminata. Le sue acque hanno visto la nascita di città e la scomparsa di imperi, ma sono rimaste sempre un simbolo di vita e di speranza per le comunità che lo abitano.